Sono fortunata, vivo in campagna in una casa con grande prato circondata dal verde. Tutto intorno a me quasi solo colline coperte di vigne e grandi alberi, un polmone verde che non mi rende troppo pesante questa quarantena ormai infinita. Per questo motivo, ogni giorno penso a come deve essere vissuto in modo differente tutto ciò in un condominio di città: #iorestoacasa è un grande slogan, non facile però da accettare se la casa in questione è davvero circoscritta a quattro mura (per quanto belle e rilassanti possano essere le stesse in tempo di libertà). E allora?


Piccolo o grande che sia, ogni balcone può essere un angolo di puro relax


Bisogna fare di necessità virtù, trasformando il balcone di casa – piccolo o grande che sia – in una piccola oasi verde dove respirare aria nuova e staccare la spina dalla monotonia quotidiana. Ok, il giardinaggio da balcone non è esente da difficoltà e piccole sfide, ma vogliamo mettere la soddisfazione a lavoro finito? E allora via, partendo dall’acquisto delle piante più adatte (non farti fermare dalla quarantena, anche in questo periodo molti vivai intorno a te saranno disposti a consegnare il tuo verde preferito direttamente a casa). E mentre aspetti comodamente l’arrivo della vegetazione, pensa a tutto il resto: sedie, vasi, tavolini, cuscini, piani d’appoggio e tanto altro. Ecco una carrellata di sana ispirazione, senza farsi mancare poi la shopping list firmata Design Therapy!

shopping list
  1. Sacca in feltro per giardino vericale, perfetta per decorare le pareti di balconi e terrazzi
  2. Tavolino 3 in 1: tavolino da caffè, piano d’appoggio alto e frigorifero
  3. Fioriera da parete HOH! in plastica abs
  4. Fatboy® Edison the Petit , lampada da tavolo senza fili
  5. Fatboy® Bolleke Verde, lampada a Sospensione led senza fili 
  6. Sedia Acapulco a dondolo in polyrattan grigio
  7. Braciere in acciaio a bioetanolo
  8. Set SKLUM, composto da 2 sedie Acapulco e tavolino color lime

| Design Therapy – My Pinterest |

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *