Ho un certo debole per l’arredo outdoor, ma non sono l’unica. Qui sul blog gli articoli con idee e consigli su arredo per piccoli e grandi balconi, pergole e piscine fanno da sempre il botto di letture. Ne sono felice ogni volta, ancor di più quando si tratta di articoli realizzati in collaborazione con Home style blogs, il Network di cui faccio orgogliosamente parte quasi dal suo esordio, nel lontano 2013: un progetto unico nel web, nato dalla sinergia fra un gruppo di design blogger e un’ agenzia di comunicazione di Bologna che ha dato vita negli anni ad un vero e proprio “canale” dedicato all’home living, al pari del food e del fashion. Da allora ne è passata tanta di acqua sotto i ponti, sono cresciuta e cambiata, il blog ha trovato una sua strada naturale forse meno incentrata sul mero design e più sullo slow living e tutto quello che mi fa stare bene. Il network ha contribuito non poco a tutto ciò: lavorare sul content marketing per l’arredamento e il design mi affascina da sempre e ha contribuito a creare in me la consapevolezza che i contenuti di valore sono una risorsa imprescindibile.

E così, a grande richiesta, ecco qualche approfondimento su uno dei temi più “caldi” di sempre: come massimizzare il prezioso spazio di un balcone taglia small.

Spesso i piccoli balconi corrono il rischio di essere considerati poco vivibili, con la conseguenza che non ci si mette mai troppo impegno per trovare le giuste soluzioni (ed alla fine finiscono per essere veri e propri sgabuzzini all’aria aperta). In realtà, basta davvero poco per trasformare questi pochi metri quadrati in angoli di paradiso invidiabili. Non ci credete? Cogliete la giusta ispirazione dalle idee che seguono, sono curiosa di vedere le trasformazioni dei vostri balconi!


1. Arredi proporzionati ed il giusto tocco green


Inutile insistere nel cercare di inserire una poltrona xl, un tavolino e le sedie abbinate in un piccolo balcone, il risultato sarà poco gradevole e per nulla pratico. Il consiglio è di valutare per bene le vostre esigenze, optando poi per arredi proporzionati allo spazio che si ha a disposizione. Se non puoi rinunciare al tavolino, meglio pensare ad un modello slim, come il classico set bistrot. Le sedie dovrebbero essere leggere in modo da poterle spostare o piegare al bisogno, ma abbastanza comode da godersi il giusto relax. Ora non vi resta che il tocco green finale: il verde sul balcone regala sempre un po’ la magica atmosfera del giardino, quindi non rinunciare per problemi di spazio alle fioriere con erbe aromatiche, fiori e piante grasse. L’importante è non esagerare e scegliere i vasi giusti.


2. La scelta vincente: una panca su misura


Quando la superficie utilizzabile è davvero poca, potrebbe essere una buona idea valutare la realizzazione di una panca su misura. Certo, la spesa iniziale sarà maggiore rispetto a quella per l’acquisto di altri arredi, ma sarete ripagati ben presto in termini di comodità ed estetica. Senza dimenticare che la panca multifunzione funge anche da portaoggetti, regalandovi nuovo spazio prezioso per riporre cuscini, coperte e quant’altro.


3. Una poltrona sospesa


Ne avevamo già parlato in un post di qualche tempo fa, le poltrone sospese sono super trendy, oltre ad essere grosse alleate quando scarseggiano i mq calpestabili. Se quello che cercate dal vostro mini balcone è relax allo stato puro, non vi servirà altro che un’iconica poltrona in rattan, magari con la sola aggiunta di un tavolino per sorseggiare un caffè e leggere un libro in santa pace. Meraviglia allo stato puro.


4. Sfrutta ogni cm, pareti comprese


L’errore più grande che fanno i proprietari di mini case è sempre lo stesso, non utilizzare a dovere lo spazio a parete. Lo stesso vale per il vostro piccolo balcone: meglio pensare in verticale e aggiungere scaffali, vasi e cesti appesi, nicchie attrezzate, scalette decorative che possono servire per molteplici funzioni. Ogni centimetro sfruttato è un centimetro guadagnato.


5. Fai del tuo balcone un vero e proprio salotto all’aria aperta


Da piccola ho sempre avuto un debole per le casette fatte di cuscini e coperte, perchè allora non rivivere questa magica atmosfera trasformando anche il balcone più piccolo in una romantica alcova? Se lo spazio è davvero ridotto all’osso si può pensare di mettere un unico grande cuscino a pavimento, se invece si hanno alcuni mq in più il balcone può trasformarsi nella continuazione ideale dell’interno, con divanetto, cuscini, coperte e magari anche un tappeto. I tessili da esterno ormai sono tantissimi e non c’è che l’imbarazzo della scelta. Qualche lanterna, un buon bicchere di vino e l’atmosfera è servita.


6. Le piante? Sospese


Ma perché fermarsi a pavimento e pareti? Le piante sospese sono la soluzione ideale per ricreare quell’effetto urban jungle tanto di moda che renderà il vostro balcone un accogliente rifugio green. Il modo migliore per sbizzarrirsi con il verde senza il senso di colpa di aver “rubato” spazio prezioso a terra.


7. La giusta illuminazione


Le catene luminose sono la classica ciliegina sulla torta, pronte a trasformare il vostro balcone in un’angolo da copertina. Facilissime da sistemare, a piacere a soffitto o a ringhiera, nella versione solare non necessitano neppure più di una presa di corrente. Semplice no? I più romantici poi non sapranno rinunciare a qualche candela aggiuntiva e un paio di lanterne per completare l’atmosfera al meglio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *