piccoli appartamenti

Quando ci si ritrova a dover ottimizzare gli spazi di un piccolo appartamento, è facile imbattersi in problematiche come la scelta dei mobili, dei colori e la collocazione delle luci. Ma seguendo qualche semplice accorgimento, risulterà facile arredare anche il più piccolo dei monolocali.


Arredare spazi piccoli – Consigli utili


Per prima cosa quando si arredano piccoli ambienti è bene prediligere mobili dai design lineari, perfetti per sfruttare gli spazi senza togliere ariosità alle stanze. Un valido esempio è la scarpiera slim, ottimale per essere collocata dietro porte, colonne e tende. La scarpiera slim è formata da più ante, generalmente ribaltabili, e divise in piccole sezioni da riempire con scarpe di ogni tipo. La sua struttura può essere fabbricata in tantissimi materiali. I modelli più gettonati hanno pannelli specchio sulla parte frontale, che oltre a contenere la raccolta delle calzature, svolgono anche funzione di specchio a figura intera. Collocare uno specchio singolo a colonna potrebbe risultare molto ingombrante, ecco quindi un’enorme ottimizzazione degli spazi. Esistono poi tante altre tipologie di scarpiere, utili per essere sfruttare come madie, basi d’appoggio o per riporre detersivi e oggetti domestici di vario tipo. Le scarpiere a seconda dei materiali di costruzione, possono essere usate anche sui terrazzi, per il rimessaggio oltre che delle scarpe, di piccoli articoli da giardinaggio.


Ottimizzare gli spazi


Un altro consiglio da seguire quando si arredano piccoli appartamenti, è quello di prediligere mobili dotati di vani di raccolta come i divani letto e i letti contenitore, utilissimi per riporre scorte di biancheria, cuscini e tendaggi, magari conservati sottovuoto negli appositi sacchi. In presenza di ante o di articoli d’arredamento che ne sono dotati, meglio optare per quelle a scorrimento, meno ingombranti sia in fase di apertura che di chiusura rispetto a quelle tradizionali.

Per quanto riguarda le basi di appoggio, essenziali per mangiare, lavorare e cucinare, meglio prediligere consolle allungabili, perfette per essere aperte e richiuse a seconda delle necessità senza occupare troppi metri quadri. Le sedie migliori invece sono quelle pieghevoli, da nascondere dietro tende e porte oppure quelle impilabili, in modo da essere riposte una sopra l’altra e collocate in un angolo della casa.


Focus sui colori e le luci da prediligere


Per ingrandire otticamente le stanze, è suggerito l’utilizzo di colori chiari, come il bianco gesso, il bianco sporco o il giallo. Utilissimi anche gli specchi e i punti luce di vario tipo. Creare una continuità cromatica grazie ai colori e ai punti d’illuminazione della casa, permette di rendere gli ambienti più grandi alla vista. Quando si acquistano le lampadine o le luci led, bisogna prestare attenzione alla colorazione, senza mai mischiare le calde con le fredde e viceversa. Molto funzionali e decorative sono anche le pareti trasparenti, in vetro o in plexiglass, perfette per dividere gli ambienti senza occupare troppo spazio e permettere alla luce di filtrare con facilità.

In conclusione possiamo dire che l’arredamento di piccoli appartamenti può essere un gioco da ragazzi, ma sempre se effettuato seguendo le indicazioni appena riportate. Rifornirsi da un venditore esperto di mobilia ed altri oggetti d’arredo, ovviamente, aiuta a rendere l’operazione ancora più semplice.

| Design Therapy – My Pinterest |

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *