Poteva mancare in casa mia il pino a parete? Proprio no!

Quest’anno la taverna ospiterà il pranzo di Natale (ce la faremo?! O  mi pentirò di essermi offerta la notte stessa del 24, dopo il passaggio dell’uragano Babbo, con la casa sottosopra, i bimbi sovraeccitati e la voglia di dormire almeno 12 ore di fila che mi assale?). Fatto sta che ogni motivo è buono per decorare un pò la casa e così mi sono portata avanti e ho fatto un pino anche lì. Washi tape alla mano, con 3 fili di lucine e qualche addobbo in feltro il gioco è fatto.

 |Design Therapy |
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *