Uno splendido esempio di conservazione dove il nuovo si inserisce nell’esistente senza scalfirlo minimamente. Tutto ciò che era è rimasto tale e quale, le piccole aperture verso l’esterno sono state trasformate in un punto di forza dell’ambiente, quasi a creare un più forte senso di intimità. In perfetta armonia è stato inserito un blocco luminoso centrale che integra bagno e cucina, dando così vita ad un open space ricco di privacy.  Ecco ,in soli 53 mq , la sfida vinta da estudoquarto studio di architettura.

 Tutto lo spazio è inteso come un’entità continua, fluida e ininterrotta  in cui si alternano con armonia pietra, legno, ferro e vetro. La materia non appare mai artefatta, gli antichi muri in pietra naturale sono trattati con una semplice vernice siliconica trasparente opaca, data a spruzzo, per evitare la troppa polvere ma al contempo non dare un effetto “plastificato” e finto alla muratura. La cucina ed il bagno sono racchiusi in un cubo in corian, a terra travertino. Le aperture, incastonate nei fori irregolari della vecchia muratura, sono realizzate con grossi riquadri in acciaio ossidato.

  (estudoquarto studio di architettura)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *