Casa Olivi si trova a Treia, nel cuore delle Marche. E’ il frutto di una lunga ed accuratissima  ristrutturazione durata 4 anni ed interamente documentata dai proprietari nel blog dedicato alla proprietà. A realizzare il progetto e condurre i lavori sono stati due architetti svizzeri Markus Wespi e Jerome de Meuron ( assolutamente a caso sono di nuovo incappata in una loro realizzazione dopo la bella casa in pietra vista in un post di qualche tempo fa). Se la muratura è stata in larga misura conservata e risanata, tutta la struttura in legno (solai intermedi e tetto) è stata sostituita e l’interno è stato completamente riorganizzato secondo un lussuoso ma confortevole stile minimalista.


Una ristrutturazione che ha saputo conservare l’anima del luogo


Nella parte sud della casa, accanto alla nuova piscina di 5×12 metri, la preesistente tettoia è stata sostituita con una loggia aperta attrezzata con cucina e grande tavolo da pranzo.

All’interno ad ispirare il progetto è stata proprio la rovinosa condizione della porzione nord della casa (distrutta in seguito ad un incendio). Qui è stato infatti realizzato un locale, aperto e arioso, che dal piano terreno arriva fino al tetto dove troviamo la cucina con sala da pranzo e nel quale sono iscritti tre diversi volumi bianchi che contengono la galleria d’entrata, le scale e uno studio. La cucina, in acciaio inossidabile contemporaneo, di ARCLINEA, si presenta libera nello spazio ed è in contrapposizione rispetto alla calda atmosfera creata dalle murature storiche che la circondano.
Segue invece la  suddivisione data dai muri in pietra originari la parte sud dell’edificio: al piano terreno troviamo il soggiorno con locale camino, mentre nei due piani superiori sono presenti in totale quattro camere da letto, ognuna con proprio servizio.


Prima e Dopo


Per finire, uno sguardo a come si presentava la costruzione prima dell’intervento (a giudicare dallo stato in cui versava il rudere, potremmo davvero dire che c’è speranza per ogni rustico :D)

Prendete spunto da: l’inserimento di volumi bianchi all’interno in forte contrasto coi muri antichi, i pavimenti eseguiti senza giunti in materiale duro e chiaro, la parete camino-tv, la perfetta illuminazione esterna, la quasi totale assenza di tendaggi ed altri “orpelli”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *