Non che a metà novembre si debba già iniziare a sentire l’atmosfera di Natale, credo anzi che l’atmosfera natalizia debba pervadere l’aria dall’Immacolata in poi…tuttavia è ora di iniziare a pensare all’albero, agli addobbi , ai regali……così da arrivare preparati anche quest’anno all’appuntamento con il più bel periodo dell’anno! Io poi a Natale mi trasformo letteralmente….di solito amante del minimalismo sobrio e moderno, a Natale cammino pericolosamente sul filo dell’esagerazione: ADORO le decorazioni, gli addobbi, le luci, e tutto ciò che fa magia!

Oggi voglio iniziare dalle ghirlande che decorano la porta d’ingresso….per realizzare questa  corona sono necessari un bel nastro in raso, una struttura in spugna per fiorai e 4 mazzetti di erbe aromatiche (in questo caso sono state utilizzate salvia, origano, rosmarino e foglie di alloro).

Molto simile alla precedente ma decorata con abete, palline d’argento e foglie di eucalipto.

Sempre nei toni del verde: con pino, mele fresche e piume di fagiano.

Tutta bianca questa corona di perle...

…come questa, perfetta per la casa al mare!

Un intreccio di rami con bacche, palline e nastri di organza.

Doppia , di bacche

Altra decorazione d’effetto e molto facile da realizzare, bastano anche qui una struttura circolare, gomitoli di lana in varie tonalità e piccole palline di natale.

Più elaborata ma sul tema della precedente, anche questa ghirlanda utilizza gomitoli di lana (in questo caso nei toni del grigio, bianco e panna) con inserimento di rotoli di spago grezzo, palline argentate, stelle in feltro e pout pourri.

Due eleganti alternative in bianco e blu

Se ci sono bimbi in casa ecco una bella corona dai toni “caramellosi” facile facile…

azzurro e bronzo….

Oro , Bronzo e argento.

Per terminare questa originale corona fatta di caramelle gommose…sperando arrivi intatta al Natale!

(Country Living,Bhg, Tobi’s Blog,  Squidoo, Two Junk Chix, Everithing Fabulous,Onhomedesign, Canadian Living, Living Arfully, Tatertotsandjello)
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *