TALLIN, DA CAPANNONE INDUSTRIALE AD UFFICIO ECO-FRIENDLY: IL CURIOSO RESTAURO DI LENNE


Un vecchio stabilimento d’epoca sovietica trasformato in una “luminosa foresta estiva” dagli architetti estoni


squarespace.com


Era un vecchio capannone industriale, utilizzato per lo stoccaggio e la movimentazione di merci e materiali pesanti nel secondo dopoguerra. Muto testimone del tempo che passa, il complesso era considerato un riflesso dell’epoca sovietica giunto ai giorni nostri. Finché un’azienda di abbigliamento per bambini ha deciso di farne la sede dei suoi uffici. Un’idea bizzarra e giocosa che ha portato ad un risultato sorprendente.  Siamo a Tallinn, la capitale dell’Estonia. KAMP Arhitektid ha raccolto la richieste di Lenne, che voleva per i suoi nuovi uffici uno spazio eco-sostenibile, funzionale e capace al tempo stesso di incarnare nella forma e nella sostanza i valori portanti e l’immagine dell’azienda: gioia, colore, divertimento.

 Così, i progettisti hanno ridisegnato un complesso tetro e decadente di circa 1100 metri quadrati, ormai in disuso da decenni, in uno spazio moderno. La vecchia stanza è stata divisa dagli architetti in tanti piccoli spazi personali destinati ad uso ufficio. Nell’insieme, la location avrebbe dovuto – e così è stato, a giudicare dal risultato finale – assomigliare ad una sorta di stanza dei giochi per adulti, più che a un comune e monotono spazio uffici, per accendere l’entusiasmo non solo dei visitatori ma anche degli stessi dipendenti.

Il risultato? Uno spazio multilivello, con suddivisioni mobili e pareti divisorie in cartongesso, incastonate nell’architettura dell’edificio, che prima nascondono e poi rivelano porte, corridoi, scale. Strutture avvolgenti e accessori – come lampade e maniglie – dal design quasi… infantile. Appropriato richiamo al core business aziendale.

 Il tutto, arricchito dall’anima green che ha accompagnato l’intero progetto: gli spazi sono stati letteralmente rimboscati con piante, alberi alti fino a 5 metri, tronchi veri e foliage artificiale. La luce, hanno spiegato i progettisti, ha giocato un ruolo importante nella “scenografia”. Le finestre rialzate garantiscono all’ambiente la luce naturale del sole, che generalmente scarseggia negli uffici moderni.

 “Volevamo dar vita ad uno spazio che facesse sentire come in una lumisosa foresta d’estate – ha detto l’architetto e progettista Jan Solimowski – quali che fossero il clima e la temperatura esterna, modificando l’ambiente originario sia nella forma che nei materiali usati”.

Un anno dopo, gli alberi hanno iniziato a crescere. Ecco il risultato.


tonutunnel.com



soyouknowbetter.com



yellowtrace.com.au



tumblr.com(1)



static.dezeen.com


|photo via Kamp Arhitektid |

Condividi l’articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *

Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali - Privacy Policy






venti + 20 =