MILANO DESIGN WEEK 2015 : CRONACA DI UNA GIORNATA FRENETICA



press



Sveglia ore 7, always eats. Mi ciondolo come ogni mattina dal letto al soggiorno dove già mi aspetta la Princi con la solita aria truce, della serienon mi parlate prima delle 10”. Meno male, perchè io condivido appieno. Peccato che il piccolo Attila non sia stato plasmato allo stesso modo….mi preparo dribblando il centinaio di perchè mattutini: perchè vai semple via? (ma quando mai?), perchè io vado da nonna? (magari per stare da soli aspettiamo ancora un paio di anni), perchè hai la maglia nera?(not, non è nera-non solo- ma i colori ancora non sono il nostro forte e poi a casa queste strisce non sono tanto amate), perchè non è nera? (….). Neppure in tutta la giornata milanese avrò la possibilità di fare tante parole! E sono già sfinita. Per fortuna le due ore di auto sono una buona decompressione ed arrivo a Milano in pieno orario sulla tabella di marcia. Che poi, da buona svampita disorganizzata, non ho un programma (a parte incontrare le mie colleghe Home Style Blogger). Il mio programma è il vagare senza meta alla ricerca del bello!



io



Entro, mi guardo intorno, passo in sala stampa. Una pausa caffè giusto per ambientarmi e buttarmi poi a capofitto in quello che già mi pare il Paese dei Balocchi. L’essere qui quasi all’apertura ha i suoi vantaggi, non c’è ressa, tutti sembrano ancora in stand-by e riesco a gironzolare inosservata ( si perchè, oltre che svampita, sono anche un’asociale praticante). Passati alcuni stand improvvisamente incontro una vecchia amica. E chi si sarebbe osato a fare un selfie con lei nel pieno della ressa?!?



pecora



Della Rocking Sheep vi avevo parlato tempo fa, inutile dire che me la sarei portata a casaun pocome tutti i prodotti esposti nella DANISHLIVINGroom, un concentrato del migliore design danese.



pecora2





table





danish





danish2



Le lampade di Louis Poulsen sono favolose dal vivo , mentre ho trovato geniale oltre che bellissima la scarpiera per i tacchi.



danish4





danish5





dondolo



Una foto di passaggio alla curiosa sedia a dondolo con cavallino incorporato, qualche sbirciata al design per outdoor (io adoro il design per outdoor, peccato mancasse il tempo!)…e già qui emergono due delle tendenze principali: il forte ritorno del legno nelle sue finiture più naturali, finalmente non più solo  appannaggio del design nordico. Ed il rosa. Pink, rosa ed ancora rosa. Per la casa ed il giardino. In tutte le sue sfumature (alcune bellissime, altre che dovrebbero essere vietate ai maggiori di 12 age ), per arrivare poi fino al Marsala, anch’esso rivisitato in molte varianti.



ethimo





rosa



Ed a proposito di Legno e design, inizio il mio primo stand-tour in compagnia delle colleghe di Home Style Blogs proprio da un’eccellenza, Riva 1920. Il primo tavolo ho paura quasi a sfiorarlo, per acquistarlo dovrei ipotecare casa, però senti la storia fra le ditaè realizzato in legno Kauri, unico legno al mondo che proviene da piante rimaste sepolte nel fango per oltre 50.000 anni senza decomporsi e senza diventare fossile.



riva2





riva



La libreria Freedom, composta da moduli indipendenti in legno massello, mi è piaciuta davvero molto per la versatilità e l’innata eleganza.



rivA6





riva7





riva8



Ci spostiamo verso lo stand di Gervasoni (c’è Paola Navone, come perdere l’occasione?) e con tutto il ben di Dio che ci circonda ci perdiamo a fotografarci sul pavimento! Qui comunque tutto è da 10 e lode, e gli allestimenti in stileUrban Gardensono davvero azzeccati.



gervasoni





gervasoni2





gervasoni3





gervasoni8



Ovviamente il rosa abbonda ma la tonalità è delicatissima e davvero deliziosa ed anche il Marsala non scherza (e qui, design blogger odiatemi liberamente, devo dirlo: mi piacciono entrambi!).



gervasoni marsala



Passo davanti a Muuto ed anche se le novità non sono molte, impossibile non fare sosta-ammirazione. Perchè una cosa quando la ami la amied io Muuto lo adoro!



muuto1





muuto2





muuto





muuto3





muuto5



Gli sgabelli di Covo ricordano le Cementine



covo2





covo3





covo



Arriviamo da Pianca, dove sono davvero gentili e parte il nostro secondo tour alla scoperta delle tante novità. Prima fra tutte l’armadio tessile  che si può abbinare perfettamente al letto in tessuto .Particolare non indifferente: è del tutto sfoderabile (già mi immaginavo le ditate del nanetto malefico….).



pianca



It’ stato davvero un piacere vedere dal vivo la rinnovata sedia Emi ed il tavolo Woody di cui vi avevo parlato tempo fa. Devo dire che non hanno disatteso le aspettative!



pianca4





pianca6





pianca1



 Anche qui i colori spaziano dal rosa fino al viola, bello in abbinamento agli azzurri-petrolio e poi il giallotutti molto, molto belli (ma che ve lo dico a farePianca pare aver usato come tavolozza colori la mia rosa!).



pianca7





piancame





pianca5





pianca9



Da Gruppo Tomasella le tendenze si sprecano, a partire dal nordico rivisitato in chiave romantica, con i cuscini che fanno tanto primavera (che dire della lampada con uccellini incorporati?)



tomasella5





tomasella7





tomasella8





tomasella2





tomasella12



Le loro strutture per cabine armadio sono così belle che è un peccato esiliarle in una stanza di servizio, meritano un ruolo di primo piano! Inoltre mi sono molto piaciute le  nuove carte da parati, una variante decorativa sempre attuale capace di dare carattere alla stanza.



tomasella11





tomasella



Originale e davvero pratica la testata del nuovo letto Skyline con portaoggetti incorporato .E l’altalena al posto del comodino?



tomasella3





tomasella4





tomasella14



Lo stand Opinion Ciatti lascia a bocca aperta. Dopo tanto minimalismo e colori pastello, va assaporato lentamente ed a piccole dosi, ma è tutto favoloso. Finalmente il rame, mi piace molto e ne ho visto poco! L’ormai iconica PTolomeo rivisitata per i libri di grandi dimensioni e la sedia borchiata che mi ha fatta letteralmente impazzire (foto sfocata, ma come potevo non mostrarvela?) .Poi vabbè, molta tendenzaTrono di Spadealla quale mi devo ancora adattare pienamente ….



opinion ciatti





DSC_3804





opinion ciatti2





opinion ciatti4



 Un breve passaggio da MDF, sempre strepitoso …..



mdf





mdf3





mdf4





mdf6



 Impossibile poi non fermarsi da Moroso (già solo lo stand tutto in legno merita!)



moroso





moroso2





diesel



 Diesel è come sempre molto Rock!



diesel2



Ultimissime foto da Casamania, per perdersi in una giungla fra gabbie di uccellini dorati e piccoli dinosauri e poi tornare a casa praticamente a pezzi ma decisamente entusiasta del mio primo vero Salone!



casamania





casamania5





casamania2


 Vi aspetto anche su Steller per farvi scoprire la mia storiami sono divertita un bel poalla scoperta di questo nuovo social, spero vi piaccia!

Condividi l’articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *

Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali - Privacy Policy






eighteen − 2 =