IL CAMINETTO BIFACCIALE: PARTE SECONDA







A tanto tempo dalla pubblicazione del mio precedente post sui caminetti bifacciali il dibattito continua ad essere aperto e sono state davvero tante le richieste di consigli che mi sono pervenute sia qui attraverso il blog sia in via privata.

Per questo ho deciso di dedicare all’argomento un nuovo articolo, sperando di sopire qualche curiosità e magari creare nuovi spunti di riflessione!







Il caminetto che vedete qui e ancora sopra è davvero un capolavoro (come del resto tutta la casa, un progetto di Tanya Schoenroth design). Ho deciso di iniziare da qui questo nuovo  post perchè esso risponde ad un quesito che mi era stato posto da Chiara in riferimento alla tv sopra il camino. In realtà ci sta benissimo e credo non si  perda in comodità di veduta. Originale anche l’idea di mettere una tv su entrambi i lati…in mancanza di un palo girevole come il mio!

Nella stessa casa troviamo un secondo caminetto bifacciale. Si tratta di una soluzione decisamente più intima, un camino che collega la camera da letto con il bagno privato.







Non so voi ma io la trovo una soluzione bellissima (Un po’ sacrificata la vasca, ma non si può avere tutto….)!







Ed ora un po’ di nuove idee che potrebbero fornirvi interessanti spunti progettuali.







Bella ed elegante la soluzione completamente vetrata qui sopra, come anche  il diverso livello di pavimento. Nella foto sotto invece il rivestimento in legno contribuisce a rendere l’ambiente più intimo e familiare pur non perdendo nulla in linearità.







 Decisamente scenografico il camino in nero, anche nella versione chalet di lusso più sotto.

























 Cemento a vista, acciaio, minimalismo e total white:qui ambiente e caminetto sono semplicemente perfetti!







  Due strutture simili rese diverse dal rivestimento: versione loft qui sopra, elegante grigio antracite sotto.







 Ancora una soluzione che gioca sul cambio di livello, perfetta per suddividere soggiorno e zona pranzo ma anche per creare un più raccolto spazio studio.







Termino con un cambio di prospettiva…chi ha detto che la seconda faccia del camino non possa guardare fuori? Molto molto chic!







(Tanyas Schoenroth, X ArchitektenPaul de Ruiter Architects, PinterestRobson Rak Architects,  Wiesergut Boutique Hotel Óscar Pedrós Arquitecto,  Tom Ferguson  , Arkham project, Dowling-Studios)

 

Condividi l’articolo
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

2 Comments on IL CAMINETTO BIFACCIALE: PARTE SECONDA

  1. bianca.ferrazin@gmail.com'
    Bianca
    21 novembre 2013 at 18:06 (3 anni ago)

    Complimenti, bellissimo questo post, e i caminetti che hai mostrato sono da sogno!!! Ciao

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *

Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali - Privacy Policy






3 × 4 =